Ciao Banda!!!

Oggi vi propongo un corso serale… io vi invito sempre a cercare il momento della giornata in cui vi piace di più disegnare. Disegnare deve essere un piacere, un momento di relax, di creatività, di piacere fisico!

DIPINGERE UN GATTO AD ACQUERELLO

La scorsa puntata abbiamo imparato a disegnare un gatto in pochi minuti, divertendoci come sempre con forme pazze e divertenti! Se lo avete perso lo trovate qui.

Oggi facciamo un corso più avanzato e usiamo gli acquerelli per creare un’illustrazione di un gatto molto molto elegante!

MATERIALI:

INIZIAMO!

COME SI DISEGNA UN GATTO

Usiamo tutto quello che abbiamo imparato nel corso “come disegnare un gatto”  per tracciare il nostro disegno su un foglio di carta da schizzi. Riportiamo il nostro gatto sulla nostra preziosa carta d’acquerello usando il metodo che vi ho insegnato nel primo corso d’acquerello ( che trovate qui) e creiamo una specie di carta carbone fatta in casa.

COME SI DIPINGE UN GATTO

Scegliamo la palette di colori che vogliamo utilizzare. Io vi invito sempre a scegliere i colori che più vi ispirano: poco a poco dobbiamo creare una tavolozza personale. Io userò dei colori caldi, per fare un gatto rosso: scelgo quindi ocra, terre, aranci e rossi. Questo disegno è più difficile di quelli che abbiamo fatto finora, perchè dovremo gestire con molta pazienza e tanta osservazione la carta bagnata e il pigmento in una forma complessa e non geometrica. Non vi scoraggiate se il primo risultato non sarà quello che volete voi! Come vi dico sempre dobbiamo fare amicizia con questo difficile equilibrio che si crea tra acqua, colore, cotone, temperatura esterna, forme….

Bagniamo la testa del nostro gatto, e iniziamo a picchiettare col colore. Seguite il video, vi ricorderò come si creano dei bordi scuri. Piano piano aggiungiamo le ombre…

COME SI DIPINGE UN OCCHIO INTENSO

Mentre aggiungo le mie ombre, decido di scurire molto l’esterno dell’occhio. Non è molto diverso da quando noi donne ci trucchiamo: la matita per gli occhi o l’eye liner e il mascara servono proprio per rendere il nostro sguardo più intenso. Stessa cosa con questo nostro gatto: scuriamo tutto intorno con una terra scura!

COME SI GESTISCE IL COLORE NELL’ACQUERELLO

Osservate bene i miei movimenti: come vedrete io in continuazione bagno e asciugo, aiutandomi con la carta da cucina. Quando una porzione di disegno è troppo bagnata, tolgo l’acqua. Se è troppo asciutta, l’aggiungo. Se è troppo scura, aggiungo acqua e col pennello tolgo colore “buttandolo” sula carta da cucina. In continuazione poi arrotolo il pennello sulla mia carta da cucina, in modo da conservare la punta del mio pennello.

COME SI DISEGNA UN TRATTO DECISO CON L’ACQUERELLO

Ve lo avevo insegnato nel corso dei papaveri ( che trovate qui): tocca esercitarsi! Dovete creare un colore molto liquido e carico, e immaginare il tratto che volete tracciare prima di posare il pennello sulla carta. Provate prima su un pezzo di carta da schizzi: il tratto deve essere veloce e deciso!

Bene, come al solito vi chiedo il favore di iscrivervi al canale YOU TUBE e di mandarmi tutti i vostri capolavori!!